Chi siamo

Ciao!

Eccoci, siamo la redazione del Vaso di Pandoro.
Siamo un gruppo di esperti di gastronomia, uniti dalla passione per il cibo e dalla voglia di raccontarlo.

Il vaso di Pandoro nasce nel 2020 da un’idea di Giulia, come bacheca dove raccogliere le ricerche sui prodotti e dare spunti su percorsi enogastronomici alla scoperta dei sapori del mondo. Dopo circa un anno, ha abbandonato le vesti di blog personale arricchendosi di nuovi valorosi appassionati e trasformandosi in questa piccola redazione.

CHI SIAMO

Giulia-M

Giulia Milani

Classe 1992, sono la fondatrice del blog. Vengo da Milano (Corsico, per i più pignoli) e mi sono laureata in Scienze Gastronomiche a Parma. Dopo un Master in Cultura del cibo e del vino a Venezia, ho lavorato a Verona e a Parigi, dove è nato Il vaso di Pandoro. Ora sono rientrata a Milano e lavoro in un’agenzia di comunicazione.
Più brava a mangiare che a cucinare, amo raccontare la gastronomia attraverso le storie e le tradizioni. Per me viaggiare coniugando le bellezze del territorio con quelle della tavola è il modo migliore per conoscere una cultura.

Elia-redazione-vaso-di-pandoro

Alberta Zappalorto

Classe 1991, una laurea in Lingue e Letterature straniere e un Master in Cultura del cibo e del vino. Mi occupo di project management per un’azienda nel settore alimentare e mi sto appassionando al digital marketing e al copywriting.
Per me il cibo del futuro è quello che saprà conservare la sua identità culturale combinando sostenibilità ambientale, sociale ed economica.
Elia-redazione-vaso-di-pandoro

Giulia Cau

Classe ’91, sono nata a Cagliari e ho studiato Scienze Gastronomiche a Parma. Dopo la laurea sono tornata nella mia isola, la meravigliosa Sardegna. Qui ho iniziato a lavorare nel settore della ristorazione e nel frattempo, ho frequentato i corsi AIS a Cagliari. Sono attualmente iscritta al corso di studi della laurea magistrale in Qualità e Sicurezza dei Prodotti Alimentari. Amo il cibo, il vino, la birra e la convivialità che si crea intorno ad essi.
Elia-redazione-vaso-di-pandoro

Valerio Palumbo

Classe ‘95, torinese di nascita ma sempre in movimento. Una laurea in Scienze Gastronomiche a Parma e un’altra in Food Quality Management nei Paesi Bassi, ho lavorato in aziende dolciarie e della grande distribuzione in Italia, occupandomi di qualità e sicurezza alimentare.
Per me il cibo è cultura, tradizione, innovazione, sostenibilità, ma soprattutto un pensiero fisso che occupa le mie giornate e i miei viaggi. Non potrei rinunciare al Parmigiano Reggiano, simbolo di qualità e know-how italiano.

Elia-redazione-vaso-di-pandoro

Federica Pallone

Classe 93’, vengo da Parma. Sono laureata in Scienze gastronomiche e in Gestione dei sistemi alimentari di qualità e della gastronomia presso l’Università di Parma. La mia tesi di laurea triennale ha preso in esame il packaging delle bottiglie di vino della cantina “Ceci Spa”, mentre durante la laurea magistrale ho analizzato il lancio di un nuovo prodotto dell’azienda “Parma Is”. La passione per il vino mi ha portata a diventare Sommelier AIS nel 2019.
Ovviamente oltre al vino, amo il cibo! Pizza, pasta e sushi! Adoro viaggiare, scoprire nuovi gusti e nuove culture.
Elia-redazione-vaso-di-pandoro

Elia Pillitteri

Ho studiato Scienze e Tecnologie alimentari all’Università di Parma con una tesi nel settore lattiero-caseario, ambito nel quale ho sviluppato un crescente interesse che mi ha portato a diventare assaggiatore di formaggi ONAF. Qui la mia passione per la scienza ha trovato un perfetto campione d’indagine che ha a che fare con la quotidianità: il cibo. Ciò che mi ha spinto fino a qui è la voglia di approfondire la relazione tra uomo e alimentazione. Il mondo degli alimenti è in continuo cambiamento, ma le culture gastronomiche dei vari popoli sopravvivono e, se studiate con attenzione, sono in grado di dirci molto su ciò che siamo.
Elia-redazione-vaso-di-pandoro

Diana L’Occaso

Ormai prossima ai 40, sono una donna in perenne movimento. Dopo gli studi in medicina Veterinaria a Perugia ho deciso di cambiare totalmente percorso e ho fatto molteplici lavori in giro per l’Italia. Poi la svolta con il corso AIS: ho deciso di unire l’utile al dilettevole e ho fatto della mia passione per il vino e gli alcolici la mia professione. Dopo aver lavorato nel mondo dei catering e delle grandi fiere internazionali di vino mi sono trasferita a Parigi dove lavoro come sommelier.
Adoro mangiare e soprattutto sperimentare abbinamenti diversi da quelli abituali, come le ostriche con il whisky.
error: Content is protected !!